SETTEMBRE 2017


Archivio degli articoli online

Consultare l'archivio degli articoli: 2016   2015   2014   2013   2012   2011   2010   2009  


settembre 2017
NEWS
06 settembre 2017: IL COMUNE DI BLENIO AIUTA LA COMUNITA' DI BONDO


Il Municipio di Blenio ha preso atto con grande dispiacere e apprensione degli eventi verificatisi recentemente con lo scoscendimento del Pizzo Cengalo in Valle Bregaglia e la conseguente devastazione di parte del territorio del villaggio di Bondo.
I cambiamenti climatici in corso dimostrano come le comunità montane siano sempre più confrontate da questi fenomeni. Le conseguenze dei cambiamenti climatici comportano delle importanti sfide da affrontare, che coinvolgono le istituzioni pubbliche a tutti i livelli.
Ne sono particolarmente toccate le comunità montane come le nostre.

In questa circostanza, il Comune di Blenio è vicino alla comunità della Valle Bregaglia per quanto accaduto e ha deciso di versare un contributo di donazione di 1'000 franchi, a sostegno delle spese causate dallo scoscendimento.

Fonte: Comunicato stampa via mail della Cancelleria comunale, 6 settembre 2017, ore 13.37

09 settembre 2017: ACQUAROSSA, LA NUOVA CASA COMUNALE DIVIDE


Temono una “cattedrale nel deserto” in una posizione non idonea e ritengono il costo di 3,5 milioni di franchi troppo elevato (1 milione in più rispetto al previsto) i firmatari del referendum contro il credito per l’edificazione della nuova Casa comunale di Acquarossa.
Casa prevista sorgere nella frazione di Comprovasco sul sedime delle ex scuole comunali secondo il progetto approvato negli anni scorsi e denominato “Melchiorre”.
Giovedì scorso, 7 settembre, durante la serata informativa organizzata dal Municipio al Cinema-Teatro di Acquarossa (non gremito) in vista della votazione, il fronte contrario al credito ha potuto esporre le sue perplessità alle quali, punto per punto e perorando sia credito che ubicazione e progetto, hanno risposto il sindaco Odis Barbara De Leoni, il deputato in Gran Consiglio ed ex consigliere comunale Simone Ghisla e il consigliere comunale Piero Ferrari.
I contrari (in 333 hanno firmato il referendum, pari al 20% circa degli aventi diritto di voto) erano rappresentati da Matteo Imperatori, Walter Corazza e Norberto Mandioni.
Ha moderato il dibattito il vicedirettore de “laRegioneTicinoAldo Bertagni.

L’impressione dei referendisti, ha sottolineato Imperatori, è che le autorità comunali non abbiamo considerato i bisogni reali della popolazione, ossia che “il Consiglio comunale non sia stato rappresentativo della gente”. Decisa la replica del sindaco che ha ricordato il lungo iter del progetto, iniziato 13 anni fa con la nascita del Comune aggregato di Acquarossa. Progetto e ubicazione sono stati poi sempre approvati dalle 4 compagini di Municipio che si sono succedute nelle legislature come pure dai 4 Consigli comunali.
Se ricorso andava fatto – ha osservato Simone Ghislalo si poteva fare ben prima, ora non ci sono alternative e la casa va fatta”.
Al Comune, ha precisato De Leoni, dedotto il contributo per l’aggregazione e i sussidi cantonali, resta 1,2 milioni di franchi. Spesa che, secondo il Municipio, non influirà sul moltiplicatore d’imposta.

Proiettando dati e disegni, De Leoni ha detto che pure l’alternativa della ristrutturazione e ampliamento dell’attuale casa comunale di Dongio (ubicazione caldeggiata dai referendisti) implicherebbe costi elevati dato che necessiterebbe di un’aggiunta per mancanza di spazi. Inoltre occorrerebbe riavviare l’intero iter pianificatorio.

Se da una parte il grido dei referendisti è stato chiaro e forte: “Bisogna contenere le spese!”, dall’altro, dati alla mano, le autorità comunali hanno affermato che “ripartire da zero con nuovo progetto e nuova ubicazione non raggiungerebbe questo scopo”.
E se dalle urne dovesse uscire un “no” al credito? “Bisognerà individuare una nuova variante, avviare le nuove procedure, richiedere i nuovi permessi e poi i crediti e nel frattempo trovare delle soluzioni provvisorie per la casa attuale oramai non più funzionale”, ha detto il sindaco.
Se invece passa il “Sì”, la nuova costruzione può prendere avvio ed essere inaugurata a fine 2019.
La popolazione di Acquarossa è attesa alle urne il 24 settembre.

Fonte: "laRegioneTicino", m.z., 9.09.2018, p.11

agosto 2017
NEWS
02 agosto 2017: Primo Agosto di successo ad Aquila


Il Corpo musicale Olivonese (CMO) e i suoi numerosi musicisti, volontari, amici e simpatizzanti si sono superati: hanno saputo infatti organizzare, grazie alla disponibilità e alla collaborazione di Severino e Odis Rigozzi, una festa di tutto rispetto al Caseificio del Sole ad Aquila.
Difatti, sono state moltissime le persone, da ogni dove, che hanno partecipato sia ai vari eventi proposti già il 31 luglio alla sera, che il 1. Agosto su tutto l'arco della giornata.

Alla parte ufficiale è intervenuto in qualità di oratore il primo cittadino del Cantone e gran consigliere bleniese Walter Gianora.
Egli è stato preceduto dai brevi discorsi dei tre sindaci della Valle (Claudia Boschetti-Straub, Odis Barbara de Leoni e Luca Bianchetti) e dal benvenuto di Graziano Sangalli, presidente del CMO.

Sulla "Voce di Blenio" di agosto - che uscirà attorno al 20.08 - ci sarà come di consuetudine il discorso integrale dell'oratore ufficiale e numerose foto.
Ve ne anticipiamo qui alcune, scattate da Tarcisio Cima.

04 agosto 2017: BEBA GROB NUOVA RESPONSABILE SEDE OTR DI OLIVONE


Beba Grob entrerà in funzione agli inizi di ottobre con un grado occupazionale del 100%.

L’Organizzazione Turistica Regionale Bellinzonese e Alto Ticino ha il piacere di comunicare che la nuova responsabile per la sede della Valle di Blenio è Beba Grob, che l’ha spuntata sulle numerose candidature pervenute.
Nata nel 1984, la signora Grob si è diplomata presso la SSAT di Bellinzona per poi ottenere un Bachelor in «Tourism and travel Services Management» presso la Troube University in Australia.
Tra le sue esperienze professionali può annoverare un «management trainee» presso un’importante catena alberghiera in Cina e un’esperienza quale tour operator in un’agenzia di New York.

Attualmente impiegata presso l’Università della Svizzera italiana a Lugano in qualità di coordinatrice dell’Executive Master in Economia e Management Sanitario e Sociosanitario, di un programma di corsi dottorali internazionali della Swiss School of Public Health e della Summer School in Public Health Policy, Economics and Management, entrerà in funzione presso la nostra OTR a partire da inizio ottobre con un grado occupazionale del 100%.

Fonte: Comunicato stampa via mail da parte dell'OTR Bellinzonese e Alto Ticino, 4 agosto 2017, ore 11.14

18 agosto 2017: IL PRESIDENTE DEL GOVERNO VISITA LA VALLE DI BLENIO


L’Alto Ticino ha ospitato il 16 agosto scorso la gita del Presidente del Consiglio di Stato, tradizionale preludio alla ripresa dell’attività dopo la pausa estiva.

Il luogo scelto da Manuele Bertoli per l’edizione di quest’anno è stata la Valle di Blenio, dove i membri del Governo - in corpore - hanno potuto partecipare a una serie di visite culturali e a un pranzo conviviale in compagnia delle autorità comunali della regione.
La giornata si è aperta alla Casa Rotonda di Corzoneso (Comune di Acquarossa), con una visita all’archivio della Fondazione che custodisce il patrimonio di Roberto Donetta (1865-1932), pioniere della fotografia.
Il Consiglio di Stato si è poi spostato nel Comune di Blenio, dapprima a Olivone, per una visita alla Cà da Rivöi, il primo museo etnografico della valle, e in seguito ad Acquacalda per un pranzo nella sede del Centro Pro Natura Lucomagno.

Qui il Governo è stato raggiunto dalle Autorità comunali bleniesi, rappresentate dai sindaci Claudia Boschetti-Straub (Blenio), Odis B. de Leoni (Acquarossa) e Luca Bianchetti (Serravalle), e dai granconsiglieri Simone Ghisla, Walter Gianora e Gina La Mantia. La giornata si è conclusa con una visita al vicino Alpe Pertusio, dove i Consiglieri di Stato hanno degustato alcuni formaggi della regione.

Fonte: testo e foto Cancelleria di Stato

ARTICOLI DEL MESE
Mountain Bike sempre più protagonista [PDF]
di Vilmos Cancelli

Marco Steiger va in Mountain Bike da quando era ragazzino, da quando, per dirla con parole sue, “le Mountain Bike non avevano ancora gli ammortizzatori”. La passione per questo sport (anche se lui pre...
Blenio ViVa, metti la Valle in tasca [PDF]
di Alessia Baroni

Il 31 luglio 2017 è stata senza dubbio una data storica per BLENIO VIVA; in un certo modo lo si può considerare infatti il giorno del battesimo della neo-costituita associazione: dalla sua fondazione ...
Sguardi insoliti dall'alto [PDF]
di Bruno Pellandini

Sorvolando il passo del Lucomagno… Quanti ricordi quando lo si sorvola: la memoria ci riporta ad escursioni estive ed invernali, con racchette e pelli di foca. Ed ora, eccoci qui, a quasi tremila metr...
luglio 2017
NEWS
07 luglio 2017: ACQUAROSSA, VERSO UNA NUOVA STRUTTURA OSPEDALIERA


Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS), le autorità politiche della Valle di Blenio e l’Ente ospedaliero cantonale (EOC) confermano l’intenzione di realizzare una nuova struttura ospedaliera ad Acquarossa, da sviluppare in sinergia con gli operatori e le istituzioni sociosanitarie della Valle.
Nelle scorse settimane, il direttore del Dipartimento della sanità della socialità Paolo Beltraminelli, con i suoi più stretti collaboratori e con il direttore generale dell’Ente ospedaliero cantonale, ha incontrato a Bellinzona i sindaci di Acquarossa e Blenio, pure presidente dell’Associazione Comuni di Blenio (ASCOBLE), e i deputati in Gran Consiglio della Valle di Blenio. L’incontro è stato promosso per confermare la volontà congiunta di rafforzare il Centro socio-sanitario esistente, in particolare con la realizzazione di un nuovo stabile in sostituzione dell’attuale e ormai vetusto ospedale.
La nuova struttura dovrà ospitare innanzitutto l’offerta sanitaria rivolta a pazienti degenti definita dalla pianificazione ospedaliera. Sull’esempio di strutture analoghe in regioni periferiche di altri Cantoni, per sviluppare un progetto di qualità, attrattivo per i pazienti e rispondente ai fabbisogni sanitari della Valle di Blenio sarà però indispensabile poter garantire anche dei contenuti ambulatoriali importanti. Occorrerà quindi evitare la dispersione di forze e servizi, cercando al contrario di creare i presupposti affinché operatori e istituzioni socio-sanitarie già attivi in Valle possano integrarsi nel Centro socio-sanitario collaborando reciprocamente allo sviluppo di sinergie e al rafforzamento del suo ruolo di riferimento per l’intera valle; obiettivo quest’ultimo in sintonia con l’art. 117a della Costituzione federale che promuove e sostiene le cure di prossimità. Considerata la generale tendenza in atto allo spostamento dell’attività ospedaliera dal settore stazionario a quello ambulatoriale, questa integrazione è fondamentale per garantire il successo del progetto.

Durante l’incontro è stata altresì ribadita la prospettiva di una stretta collaborazione, sia in fase di progettazione ed edificazione sia nella successiva gestione dei servizi offerti, tra l’Ente ospedaliero cantonale e la Fondazione “La Quercia”, che gestisce la vicina casa per anziani e che è proprietaria del sedime su cui è prevista la realizzazione del nuovo stabile. A tal fine sarà importante anche poter dotare l’Ente ospedaliero di una base legale che legittimi appieno queste collaborazioni.

Fonte: Comunicato stampa, Dipartimento della sanità e della socialità, Bellinzona, 3 luglio

ARTICOLI DEL MESE
Se una notte d'inverno diventa realtà [PDF]
di Mara Zanetti Maestrani

Prima picconata, martedì 13 giugno scorso a Campra, per l’edificazione e la riqualifica del nuovo Centro Sci Nordico di cui si parla da tempo e per il quale è previsto un investimento complessivo di 1...
OTR, toni costruttivi in Valle di Blenio [PDF]
Redazione

Si è respirata un’aria positiva, il 20 giugno scorso nella sala patriziale di Olivone, durante l’assemblea ordinaria dell’Organizzazione turistica regionale (OTR) del Bellinzonese e Alto Ticino dirett...
Carlo Gatti imprenditore “moderno” [PDF]
di Fernando Ferrari

Sabato 3 giugno si è svolta al Cinema Teatro Blenio, per iniziativa del Comune di Acquarossa, una manifestazione in ricordo dei 200 anni dalla nascita di Carlo Gatti, nato a Dongio il 27 luglio 1817. ...
giugno 2017
NEWS
09 giugno 2017: SOSTEGNO A BEA SCALVEDI DAI COMUNI DELLA VALLE E DA OTR


I Comuni di Acquarossa, Blenio e Serravalley e l’Organizzazione turistica regionale (OTR) Bellinzonese e Alto Ticino hanno rinnovato l’accordo di sponsorizzazione con la sciatrice professionista Bea Scalvedi di Ghirone, la quale si sta occupando intensamente dell’allenamento di preparazione in vista della nuova stagione, dopo diversi mesi di recupero a seguito di problemi fisici alla schiena.
L’accordo prevede il rinnovo del sostegno finanziario all’atleta, che si metterà a disposizione in occasione di eventi pubblici o promozionali legati al territorio del Bellinzonese e Alto Ticino come pure per dare visibilità alla Valle di Blenio, terra natale di Bea ed alla quale è molto legata.

Le istituzioni e gli operatori turistici sostengono convinti la sciatrice Bea Scalvedi e le formulano sinceri auguri per un rientro nelle migliori condizioni a livello agonistico. Nella foto scattata durante un recente incontro per suggellare l’accordo, al centro Bea Scalvedi con i tre sindaci della Valle di Blenio (Luca Bianchetti, Claudia Boschetti Straub e Odis Barbara De Leoni) e la presidente dell’OTR-BV)

Fonte: Comunicato stampa via mail di Loris Beretta, segretario Associazione Comuni (Ascoble) e Fabrizio Barudoni, vicedirettore OTR Bellinzonese Alto Ticino, 9 giugno 2017

13 giugno 2017: CAMPRA, INIZIATI OGGI I LAVORI PER IL NUOVO CENTRO NORDICO


Prima picconata, questa mattina - 13 giugno - a Campra, per l’edificazione e la riqualifica del nuovo Centro Sci Nordico di cui si parla da tempo e per il quale è previsto un investimento complessivo di 16,2 milioni di franchi.

Il cantiere si svilupperà in 8 fasi, di cui i lavori preliminari (trasferimento cucina e realizzazione camere in container provvisori) già iniziati.
Oggi si comincia quindi a demolire lo stabile d’accoglienza attuale dove vi sono ristorante e camere. Il tutto dovrebbe concludersi a fine luglio per poi poter iniziare la costruzione dello zoccolo in calcestruzzo del nuovo edificio.

In questo pianterreno, che si prevede di finire entro l’inverno, troveranno poi posto i servizi per gli sciatori, spogliatoi e i locali tecnici. Con la primavera del 2018 si provvederà alla posa dei piani superiori, in legno (prefabbricati) dove dovranno spazio – secondo il progetto allestito dallo studio d’architettura Durisch & Nolli - l’ampio e luminoso refettorio e le camere.
La consegna al pubblico è prevista tra due anni, nel 2019. Durante i lavori, come detto, il Centro sarà sempre aperto (negli spazi provvisori) garantendo la continuità dell’attività. Intanto prosegue la raccolta delle azioni per l’aumento del capitale sociale: 1 milione di franchi sono stati raccolti, mentre all’appello mancano ancora 700 mila franchi.

Articolo completo sul numero di Luglio della "Voce di Blenio"

ARTICOLI DEL MESE
Walter Gianora presidente del Gran Consiglio [PDF]
di Mara Zanetti Maestrani

Un caloroso e festante saluto al primo cittadino del Cantone: lo hanno dato in tanti, lunedì 8 maggio scorso, alle Scuole medie di Acquarossa accogliendo con un lungo applauso Walter Gianora (classe 1...
Rien ne va plus nel turismo bleniese [PDF]
di Tarcisio Cima

Il turismo sta vivendo una promettente fase di ripresa nelle aree urbane del Locarnese, del Luganese e pure del Bellinzonese. Diversi indicatori testimoniano che laggiù gli anni più bui e difficili de...
Mountain Bike, avanza il progetto con 3 itinerari nuovi [PDF]
Red

Avanza a pieno ritmo, in Valle di Blenio, il progetto nato dall’iniziativa e dalla passione dell’associazione Blenio Bike e poi sostenuto dall’Ente regionale di sviluppo (ERS) del Bellinzonese e Valli...
maggio 2017
ARTICOLI DEL MESE
Da 55 anni, bovine in mostra a Pian Castro [PDF]
di Mara Zanetti Maestrani

Malgrado il tempo piovoso e freddo, sono stati oltre 120 i capi di bestiame che lo scorso lunedì 1 maggio hanno sfilato alla tradizionale e attesa Esposizione zootecnica delle bovine di razza bruna de...
Tra canoni d’acqua, perequazione finanziaria e politica regionale [PDF]
di Tarcisio Cima

Mantenere viva l’attenzione sui temi che preoccupano le popolazioni delle Valli. È questo lo scopo essenziale dei miei interventi su “Voce di Blenio”, il più delle volte critici nei confronti della po...
Inaugurata la mostra di Ammon Vivere in Montagna [PDF]
di Vilmos Cancelli

Sono più di quaranta le fotografie di Peter Ammon che, fino al prossimo 1. novembre, potranno essere ammirate nelle sale del museo etnografico della Valle di Blenio. Più di quaranta fotografie appena ...
aprile 2017
ARTICOLI DEL MESE
RISORSE FINANZIARIE SOLIDE PER I COMUNI DELLE VALLI [PDF]
di Norman Gobbi, Consigliere di Stato

Nella scorsa edizione della “Voce di Blenio” Tarcisio Cima, già capo dell’allora Ufficio delle regioni di montagna e quindi profondo conoscitore delle realtà delle nostre regioni, solleva la questione...
PRIMA LA NOSTRA (ENERGIA ELETTRICA) [PDF]
di Tarcisio Cima

Va per la maggiore, ai giorni nostri e non solo in Ticino, il concetto di “prima i nostri” riferito alle persone. Giusto o sbagliato che uno lo consideri, tutti devono ammettere che è molto difficile ...
PER RICORDARE LE VALANGHE DEL GENNAIO 1667 [PDF]
di Mark Bertogliati e Jan Holenstein

In occasione del 350° anniversario dei tragici eventi del 1667 la Fondazione Archivio Fotografico Roberto Donetta proporrà dal prossimo mese di novembre una mostra alla Casa rotonda di Corzoneso. Al f...
marzo 2017
NEWS
03 marzo 2017: CENTRO NORDICO CAMPRA, COSTITUITO UN GRUPPO DI SOSTEGNO DEL PROGETTO


Lo scorso 24 febbraio a Sementina si è tenuto un importante incontro durante il quale è stato costituito un Gruppo d’Onore a favore del progetto di riqualifica del Centro Sci Nordico di Campra di cui fanno per ora parte: Abate Fabio, B. De Leoni Odis, Beltraminelli Paolo, Bianchetti Luca, Boschetti Straub Claudia, Branda Mario, Caprara Bixio, De Rosa Raffaele, Ghisla Simone, Gianora Walter, La Mantia Gina, Martinoli Piero, Martinoli Sebastiano, Regazzi Fabio.

Durante l’incontro, promosso dalla Società Centro Sci Nordico Campra con la collaborazione dell’Antenna Valle di Blenio dell’Ente Regionale per lo Sviluppo Bellinzonese e Valli (ERS-BV), è stata ribadita l’importanza strategica del progetto bleniese, non solo per la Valle in cui si inserisce ma per tutto il territorio cantonale.
Un cosiddetto progetto “faro” di politica economica regionale contenuto anche nelle linee programmatiche del Masterplan Valle di Blenio, nel quale l’Ente pubblico crede fortemente e per il quale sono già stati decisi importanti finanziamenti a livello comunale, cantonale e federale.
Un’importanza avvalorata dai prospettati indotti economici e turistici che potrà generare a livello regionale (in sinergia con altri progetti e strutture sportive presenti in Valle) e dal fatto che già oggi questo Centro rappresenta una delle strutture più affermate ed attrezzate di tutto l’Arco Alpino per la pratica dello sci nordico.
Si tratta di uno dei pochi centri riconosciuti d’importanza nazionale dall’Ufficio federale dello sport (riconoscimento CISIN), che vanta una lunga esperienza sul campo (oltre 30 anni di attività di cifre nere) e nel quale vengono costantemente organizzati importanti avvenimenti agonistici di rilevanza nazionale e internazionale.

Per quanto riguarda il progetto di riqualifica, in estrema sintesi si può affermare che l’obiettivo è quello di realizzare una struttura d’eccellenza, in grado di rispondere alle crescenti esigenze dell’attuale e futura clientela. Particolare attenzione verrà data anche all’offerta estiva, con un’offerta su tutto l’arco dell’anno, adatta a colonie e gruppi di persone, ma anche a turisti singoli alla ricerca di un alloggio e servizi confortevoli, di una cucina di qualità (con prodotti locali) e di una paletta di attività da svolgere nello splendido passaggio dell’Alta Valle di Blenio.
Con queste premesse il Comitato d’Onore ha quindi dato la sua piena adesione a sostenere il lancio tuttora in corso per la raccolta fondi che prevede un aumento del capitale sociale di 1 mio di franchi per completare il piano finanziario di un’opera di circa 16 mio di franchi, aprendo la possibilità a privati ed enti pubblici di sottoscrivere un azionariato.

Per chi fosse interessato ad aderire a questa iniziativa o ad avere maggiori informazioni sul progetto può contattare la Società al seguente indirizzo di posta elettronica progetto@campra.ch o telefonare al numero di telefono + 41 79 207 00 57 (sig. Roberto Zanetti).

Fonte:Comunicato stampa, Società Centro Sci Nordico SA, Blenio, 03.03.2017

ARTICOLI DEL MESE
Vocazione cercasi [PDF]
di Vilmos Cancelli

Un paio di anni fa o giù di lì, l’Associazione Parc Adula mi chiese di redigere un testo che descrivesse la Valle di Blenio, un breve ma esaustivo articoletto da pubblicare sulla loro rivista. Accetta...
De profundis per i canoni d’acqua? [PDF]
di Tarcisio Cima

È molto probabile che i canoni d’acqua saranno presto drasticamente ridotti. Le aziende produttrici di energia idroelettrica versano in gravi difficoltà. La causa originaria della loro crisi è la libe...
Germanonico, in primavera il via agli interventi di valorizzazione [PDF]
di Mara Zanetti Maestrani

Inizierà nel corso della primavera 2017 il progetto di recupero e valorizzazione del nucleo di Germanionico (Garmagnünach in dialetto locale) situato a 1470 metri di quota sulla sponda destra della Va...
febbraio 2017
NEWS
15 febbraio 2017: L'ASCOBLE INTERVIENE A DIFESA DEGLI UFFICI POSTALI DELLA VALLE


Il Comitato dell’Associazione dei Comuni della Valle di Blenio (ASCOBLE) – che raggruppa i tre Municipi della Valle di Blenio nonché i Granconsiglieri bleniesi, i rappresentanti di Patriziati, Ente Regionale di Sviluppo (ERS), Organizzazione turistica regionale (OTR) – ha recentemente discusso di quanto emerso dai media negli ultimi giorni, in merito all’intenzione di La Posta di procedere ad un’importante riorganizzazione degli uffici postali e della probabile chiusura di diversi uffici anche nel Cantone Ticino. Secondo le indicazioni emerse sarebbero a rischio chiusura nel nostro distretto gli uffici di Olivone e Malvaglia, mentre l’ufficio di Acquarossa dovrebbe rimanere in attività. Non è ancora dato di conoscere cosa siano gli intendimenti definitivi per gli uffici postali nella Valle di Blenio, ma la situazione desta particolare attenzione e preoccupazione per i servizi postali che potranno essere garantiti in futuro e il mantenimento dei posti di lavoro. Questo ventilato sviluppo tocca in particolare le regioni periferiche come quella della Valle di Blenio e indebolisce fortemente il concetto di servizio universale che La Posta deve garantire in tutte le regioni del Paese in virtù del suo mandato pubblico. In quest’ottica il Comitato ASCOBLE ritiene che la rete postale debba garantire un’accessibilità e un servizio consoni a tutte le regioni e a tutte le categorie d’utenza, preservando l’occupazione soprattutto nelle regione periferiche, colpite sempre più duramente dalle delocalizzazione dei servizi. Si tratta di garantire l’uguaglianza nell’accesso ai servizi che con le prospettive di chiusura, viene meno creando un’indubbia disparità tra i centri urbani e le Valli. Gli uffici postali sono da sempre dei punti di riferimento importanti per la comunità locale, soprattutto per quelle fasce di persone in difficoltà, in particolar modo gli anziani, di fronte alla modernizzazione e velocizzazione dei servizi. Il Comitato ASCOBLE manifesta la propria delusione e contrarietà all’impostazione d’indirizzo dettata da La Posta e confida su una forte presa di posizione politica a livello cantonale e un coinvolgimento attivo delle autorità comunali toccate dal progetto di riduzione. Fonte: Comunicato stampa via mail del Comitato ASCOBLE, vicepresidente Gianpietro Canepa, 14.02.2017. ore 14.22

ARTICOLI DEL MESE
Tra LAC e MONT [PDF]
di Tarcisio Cima

Era inevitabile che, tardando assai la neve ad imbiancare le valli del Ticino, si tornasse a parlare in termini critici degli impianti di risalita. Peccato che ancora una volta la discussione, sui gio...
Campo Blenio, poca neve ma alcune intuizioni salvano la stagione [PDF]
di Mara Zanetti Maestrani

Malgrado l'avvio di stagione poco felice e la mancanza di neve, a Campo Blenio - grazie soprattutto all'innevamento programmato - si procede con ottimismo dato che i maggiori introiti la stazione inve...
Sguardi insoliti dall'alto [PDF]
di Bruno Pellandini

Quando c’era la neve e l’inverno era un vero inverno: così verrebbe da dire guardando questa foto aerea, scattata alcuni anni fa, in Valle di Blenio. Con il compianto Edgardo Rezzonico, orgogliosament...
gennaio 2017
ARTICOLI DEL MESE
I 10 anni del Comune di Blenio [PDF]
di Mara Zanetti Maestrani

Blenio: nome del Comune nato il 22 ottobre del 2006 dall’aggregazione dei 5 Comuni dell’Alta Blenio (Aquila, Campo Blenio, Ghirone, Olivone e Torre). L’aggregazione era stata decretata dal Gran Consig...
Numerosi i progetti in corso in valle [PDF]
di Mara Zanetti Maestrani

Dal Centro Sci Nordico di Campra a Germanionico, dal Polisport alla valorizzazione di Selvapiana solo per citarne alcuni. L’importante ruolo dell’Ente Regionale per lo Sviluppo del Bellinzonese e Vall...
Le fotografie di Peter Ammon al Museo [PDF]
di Vilmos Cancelli

Archiviata l’attività del 2016, il Museo etnografico della Valle di Blenio affronta l’anno appena iniziato con una proposta che potrà senza dubbio stuzzicare l’interesse di molti bleniesi. A questo p...


Archivio della Biblioteca Cantonale di Lugano