NOVEMBRE 2017


Voce di Blenio

Voce di Blenio: primo numero
Il primo numero di Voce di Blenio, gennaio 1970
Il primo numero di "Voce di Blenio" esce nel gennaio del 1970: è l'organo informativo di Pro Blenio, associazione dalle cui fondamenta nascerà, pochi anni più tardi, l'Ente turistico della valle.
Da allora l'attività del mensile continua regolarmente grazie al lavoro dei vari redattori che si succedono negli anni, fra cui spiccano le personalità della maestra Lycia Gianella e di Raffaele Gianora, per lunghi anni "colonne portanti" del mensile.
Nel tempo, l’amministrazione e la redazione di "Voce di Blenio" hanno viepiù acquisito autonomia, un'autonomia che nel 2007 ha portato, con l'accordo dell'Ente turistico, alla nascita di una fondazione che a tutt'oggi garantisce la continuità della pubblicazione.
La fondazione "Voce di Blenio", che non persegue fini di lucro, promuove inoltre attività culturali, turistiche o sportive nella Valle, con iniziative proprie o sostenendo attività organizzate da altre istituzioni pubbliche o private.
Così Lycia Gianella, nel 1971, descriveva "Voce di Blenio":

Il foglio mensile, che giunge pure a molti emigrati e simpatizzanti, vuol ragguagliare sui problemi della Valle, reca alcune note di storia, informa sui fatti di cronaca vallerana e sugli avvenimenti sportivi, ricorda eventi lieti e tristi, vuol essere per i valligiani stimolo all’unione e al proficuo lavoro per una soluzione concorde dei problemi del distretto, e vuol recare ai Bleniesi lontani un soffio d’aria nativa.
(tratto da: Blenio 71, 1972)
Anche oggi, "Voce di Blenio" vuole continuare a rivestire questo ruolo: essere un riferimento per i Bleniesi e gli amanti della Valle, vicini e lontani, proponendo notizie di cronaca e approfondimenti sulla storia e l’attualità della Valle di Blenio.
Le entrate principali del giornale sono costituite dalla pubblicità e dagli abbonamenti.